Prix de dance Valsesia: quando la danza diventa un modo per fare solidarietà

Mariella Piscopo Eventi Lascia un commentoA-   A=   A+

Si terrà sabato 14 Aprile al Cine Teatro Lux di Borgosesia la 4a edizione di ” Prix de danse Valsesia“, concorso internazionale di danza organizzato dall’Associazione Danzarte, diretta da Jula Cagnoli, con il patrocinio del Comune di Borgosesia. Un’edizione speciale questa. Numeri da record: 35 scuole in gara e 200 coreografie. Una buona causa da sostenere: la lotta al Neuroblastoma e ai Tumori Cerebrali Pediatrici.
Parte del ricavato sarà, infatti, devoluto all’Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma O.N.L.U.S. per sostenere i progetti di ricerca scientifica d’eccellenza volti a sconfiggere queste gravi patologie dell’infanzia, prime cause di morte in età prescolare, dopo le leucemie.
La manifestazione nata nel 2015 ha visto arrivare in Valsesia circa 1.200 ballerini e oltre 60 scuole di danza; le borse di studio assegnate in premio ai ballerini più meritevoli sono state 23 e hanno permesso la frequentazione gratuita al 50% o la partecipazione a progetti speciali, nelle sedi di Danzarte a Quarona e Borgosesia, a bambini e giovani dai 6 anni in su.
L’evento vedrà in veste di padroni di casa la giornalista del quotidiano ” La Stampa” Maria Cuscela e il giovane artista Matteo Bellotti. La giuria del concorso sarà composta da Cristina Perotti, che affianca la direttrice artistica Jula Cagnoli sin dalla prima edizione, e dai maestri internazionali: Roberto Altamura, Ludmille Cakalli, Francesco Gammino, Niurka De Saa e Nicolò Noto. Al loro fianco, oltre alla Madrina dell’evento, la Maestra Carla Perotti, ci saranno Paolo Boncompagni e Irina Kashkova organizzatori dell’International Dance Competiton di SPOLETO, il concorso più importante in Italia e tra i 20 più importanti in Europa. I due grandi professionisti consegneranno personalmente ai ballerini più meritevoli le borse di studio per l’edizione 2019 di questo importantissimo evento.
Presenti alla serata anche i volontari dell’Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma per dare informazioni sugli ultimi traguardi raggiunti dalla ricerca: dalla terapia personalizzata, alla terapia genica di cui tanto si sta parlando.

L’Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma ONLUS è un ente senza scopo di lucro nato nel 1993 presso l’Istituto “G.Gaslini” di Genova per volontà di genitori e oncologi, con l’obiettivo di sostenere la ricerca scientifica sul Neuroblastoma e, in seguito, sui Tumori Solidi Pediatrici. Oggi conta circa 120.00 sostenitori ed è attiva su tutto il territorio nazionale. Nei 25 anni di attività ha destinato oltre 20 milioni di Euro alla ricerca scientifica (www.neuroblastoma.org).

Neuroblastoma_Selfie_bambina

Visualizzazioni totali
162
Visualizzazioni odierne
2
Segnalami quando Mariella Piscopo pubblica qualcosa di nuovo!
( 2 Followers )
X

Segnalami quando Mariella Piscopo pubblica qualcosa di nuovo!

La tua email:
Articolo correlato:  Il medico competente, la promozione della salute e l’utilizzo dei dati della cartella sanitaria e di rischio

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *