Un ricordo d’infanzia: la polenta con le lumache

Ilaria Fioranti Cucina Italiana, Cucina tipica, Ricette, Ricette Tipiche Lascia un commentoA-   A=   A+

polenta e ciocche_fatasaggina_notiziario dignanese

Eccomi di nuovo alle prese con la preparazione di un piatto che profuma d’infanzia e, più di ogni altro, di Istria. Ho ricordi molto labili della terra d’origine della mia famiglia, perchè ci sono stata solo quando ero molto piccola, ma alcune immagini e profumi sono rimasti inspiegabilmente vividi nella mia memoria. Ad esempio ricordo un piatto di polenta e ciocche mangiato con gusto a casa di mia zia Nanda, tra lo stupore divertito di alcuni adulti a me sconosciuti che non credevano possibile che una bimba fosse così ghiotta di un cibo decisamente particolare. I bambini non sanno mentire, specialmente a tavola, quindi era palese a tutti i commensali che il mio entusiasmo fosse sincero e tutti mostrarono viva approvazione, anche chi non apprezzava quanto me consistenza e sapore delle ciocche. Eh già, perchè con le lumache è così, o le adori o proprio non riesci a mangiarle. E’ una questione di gusti e di rapporto con determinate consistenze.

Dal momento che ho trovato delle ottime lumache in un allevamento gestito da Vito Miolla e Marilena Fienga, una coppia molto simpatica che vive in Sardegna, sull’isola di San Pietro, proprio di fronte all’isola di Sant’Antioco, quella dove io abito ora, dopo aver provato la loro crema Tabarchelix a base di bava di lumaca e aver gustato una loro qualità di lumache abbastanza grosse da poterle preparare ripiene col burro, alla francese, per la cui ricetta vi rimando al mio vecchio post, ho deciso di scegliere delle lumache da un calibro minore, ma non le più piccole in vendita presso il loro allevamento, chè non sarebbero state adatte, e ho iniziato a prepararle per il sugo. Per cercare di riprodurre un sugo che fosse il più vicino possibile a quello della mia infanzia, per prima cosa ho telefonato a mia zia Maria e a mia nonna Mariucci, ho fatto tesoro delle loro indicazioni e ho creato la mia versione. Per la ricetta segui questo link: Un altro ricordo d’infanzia: polenta e ciocche

Visualizzazioni totali
71
Visualizzazioni odierne
2

Sono un soprano, vocal coach, laureata in storia della musica, presidente dell'associazione "All'Opera!" La mia passione per la musica e per le altre culture mi ha spinto a vivere per un periodo a Shanghai, dove ho frequentato un master post lauream in canto tradizionale cinese e con l'occasione ho potuto anche conoscere nuovi cibi e perfezionare alcune tecniche di preparazione.
Sono appassionata di cucina naturale, in particolare ho approfondito la cucina macrobiotica e vegana per adulti e bambini. Amo creare nuovi piatti basati sullo studio delle proprietà degli alimenti e il loro aspetto. Ho una predilezione per il comfort food, il vegan food, per la cucina vegetariana, etnica, italiana e cinese.

Ho iniziato a cucinare dolci da bimba sotto la guida di mia bisnonna, che è stata anche la prima ad insegnarmi a riconoscere e ad usare alcune piante curative e ad incoraggiarmi nella mia passione per il cibo.
Con gli anni ho approfondito sempre più questi argomenti, fino a decidere di creare un sito extra, con annesso un blog.

Mi piace scrivere e il mio blog rapresenta per me la possibilità di esprimermi su più argomenti a me cari. Ad esempio mi piace andare a scovare eccellenze nel territorio in cui vivo, scoprendo storie molto gustose.

Visita il mio sito
Vedi tutti gli articoli

Il tuo nome:

Il tuo indirizzo email:

Il tuo messaggio:

Segnalami quando Ilaria Fioranti pubblica qualcosa di nuovo!
( 3 Followers )
X

Segnalami quando Ilaria Fioranti pubblica qualcosa di nuovo!

La tua email:
Articolo correlato:  La pasta Felicia bio gluten free a Cibus: gusto e salute per ricette d’autore

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *