“Battaglia dei Fiori” di Villefranche sur mer

Fabrizio Salce Eventi, Feste Lascia un commentoA-   A=   A+

  • “Battaglia dei Fiori” di Villefranche sur mer
  • "“Battaglia dei Fiori” di Villefranche sur mer
  • “Battaglia dei Fiori” di Villefranche sur mer
  • "“Battaglia dei Fiori” di Villefranche sur mer
  • Battaglia dei Fiori” di Villefranche sur mer
  • Battaglia dei Fiori” di Villefranche sur mer
  • Battaglia dei Fiori” di Villefranche sur mer
  • Battaglia dei Fiori” di Villefranche sur mer
  • Battaglia dei Fiori” di Villefranche sur mer
  • Battaglia dei Fiori” di Villefranche sur mer
  • Battaglia dei Fiori” di Villefranche sur mer
  • Battaglia dei Fiori” di Villefranche sur mer
  • Battaglia dei Fiori” di Villefranche sur mer
  • Battaglia dei Fiori” di Villefranche sur mer
  • Battaglia dei Fiori” di Villefranche sur mer
  • Battaglia dei Fiori” di Villefranche sur mer

Affonda le sue radici agli albori del secolo scorso e più precisamente al 1902 la storica “Battaglia dei Fiori” di Villefranche sur mer (Combat Naval Fleuri – Bataille de fleurs sur l’eau).Villefranche è un piacevolissima ed elegante località della costa a sud della Francia, con poco meno di 6 mila abitanti e situata a 5 chilometri da Nizza, viaggiano verso Marsiglia, e a 13 da Monaco percorrendo la strada in direzione dell’Italia. Comodamente raggiungibile dalla città di Nizza anche con i mezzi pubblici (bus n°84 con partenza da Riquier), Villefranche ha una storia secolare alle spalle, testimoniata ancora oggi da reperti e orme del passato. Un delizioso centro storico, musei con ricche collezioni del medioevo e del rinascimento, luoghi di culto come La Chapelle Saint-Pierre: cappella romanica collocata ai piedi della parte vecchia della cittadina e decorata da Jean Cocteau. La cucina locale abbonda di pesce fornito direttamente dai pescatori autoctoni.
Anche quest’anno, il 15 di febbraio, è andata in scena la celebre battaglia dei fiori sull’acqua. A dire il vero dal momento della sua nascita i momenti carnevaleschi della costa si sono ampliati e impreziositi; si pensi al carnevale di Nizza o a quello di Mentone legato alla festa del limone. Si faccia anche mente locale al lontano 1876 anno della prima battaglia dei fiori nizzarda che ebbe luogo sulla famosa “Promenade des Anglais”.
Ma a Villefranche ci sono gli ingredienti acqua, mare, barche quelle tipiche di questo anfratto di Mediterraneo che qui vengono chiamate: le “Pointus” le imbarcazioni dei pescatori locali. Ma andiamo con ordine. Al mattino 15 barche, appartenenti alle famiglie del posto, vengono allestite con i fiori, mimose e garofani in particolare, e con tanta passione. Ognuna di loro, oltre ad imbarcare i fiori per la Battaglia, viene allestita con figure fantasiose: per esempio un timone, una balena, una polena, tutte realizzate con fiori freschi.
Nel frattempo in città, alle 11, è protagonista la parata carnevalesca con tanto di fanfare e personaggi divertenti: quest’anno in evidenza anche la presenza delle majorettes “Festa Kotor” (Montenegro). La sfilata parte dall’alto di Villefranche, da dove il panorama è splendido, e scende verso il mare. Si aggiungono anche altri gruppi folcloristici mentre il pubblico inizia a prendere posto sulle banchine, sugli scogli, ovunque ci si possa assicurare un buon punto di vista per la Battaglia dei fiori che avrà inizio alla 14.30. Sulle barche si continuano i lavori di allestimento, i colleghi della stampa francese, le TV in particolare, danno il via alle interviste di rito ai protagonisti della festa e a qualcuno del pubblico per le impressioni. Poi prendono posto sulle imbarcazioni per girare le scene più suggestive.
Il gruppo di percussioni “Pangaea11” e la fanfara di Villefranche “Olivula” fanno da colonna sonora. Tutto è quasi pronto. Dalla torretta della capitaneria di porto il conduttore della manifestazione ringrazia le migliaia di persone che stanno raggiungendo il Port de la Santé, il luogo dove si volgerà il tutto, e lo fa in diverse lingue: giapponese compreso. Le barche mollano gli ormeggi e prendono il largo nel piccolo golfo.
Il pubblico è sempre più numeroso e la giornata, per grande fortuna, più che del mese di febbraio sembra di maggio: il cielo è terso e il sole scalda. Si dia inizio alla Battaglia.
Le imbarcazioni, con i loro simpatici occupanti, molti dei quali vestiti con la tipica maglia a strisce orizzontali dei pescatori del posto, dovranno girare in continuo vicine ai bordi della costa e lanciare fiori al pubblico. Molte delle persone sulle banchine sono scalze, onde evitare di bagnarsi piedi e scarpe avvicinandosi troppo all’acqua. La festa entra nel vino, colori, profumi, suoni, grida, allegria ovunque. L’atmosfera è piacevole, garbata, divertente. Tutte le signore non aspettano altro che raccogliere fiori, dalle barche uomini, donne e bambini non si fermano un solo attimo e continuano con il loro lancio floreale che sa di amicizia, di voglia di serenità di stare insieme. Sono attimi simpaticissimi vissuti in totale armonia. Il termine Battaglia non ha nulla di reale, è una festa, un momento che consente al turista di vivere un’altra emozione in riviera e agli abitanti di sorridere gioiosamente. Qui, da queste parti, i fiori sono sempre stati prodotti e ancora oggi sono un elemento territoriale di tutto rispetto.
Se devo dirvela tutta io mi sono divertito moltissimo, ho visto tanti sorrisi e tanta gioia, segno che i fiori sono un tramite meraviglioso per dare benessere alle persone: di qualsiasi età. Aggiungeteci il mare, il sole, la fantasia e la voglia di vivere e il gioco è fatto.
Villefranche, i Villefranchoises e i fiori, vi aspettano per la prossima edizione della: Bataille de fleurs sur l’eau: io per il prossimo viaggio.

Visualizzazioni totali
896
Visualizzazioni odierne
1

Sono un giornalista iscritto all'ordine italiano e svizzero nonché membro dell'International Federation of Journalists. Da oltre 20 anni mi occupo di cibo, agricoltura e ambiente. Ho lavorato tra l'altro per Mediaset, Rai World, Rai Expo, Stream News, Stream Verde.

Vedi tutti gli articoli
Segnalami quando Fabrizio Salce pubblica qualcosa di nuovo!
( 18 Followers )
X

Segnalami quando Fabrizio Salce pubblica qualcosa di nuovo!

La tua email:
Articolo correlato:  La Farfalla dorata

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *