CANTINA NARDONE E PICCIRILLO

Angela Merolla Cantine, Sommelier, Vino, Vitigno Lascia un commentoA-   A=   A+

DSC_0518

Nardone e Piccirillo, piccola cantina in provincia di Avellino precisamente in località Vertecchia a Pietradefusi, segue la tradizione di famiglia, allevare viti e trasformare i grappoli in vino.

L’attenzione alla tipicità irpina, il rispetto della materia prima, la sensibilità alla qualità del vino, sono i valori più spiccati di questa realtà.

Il giovane Pietro Nardone già da diversi anni si occupa delle vigne seguendo i consigli e l’esperienza dei genitori, ha ben chiare le idee sul vino che vuole produrre, perciò dalla vigna alla cantina il lavoro è mirato e certosino.

La Campania è ricca di piccole espressioni territoriali, che sono spesso piacevoli e stimolanti scoperte pur nella loro limitata produzione, infatti nel caso specifico della cantina Nardone e Piccirillo, sono 10.000 le bottiglie annue prodotte.

I loro vigneti si estendono su tre ettari e mezzo di terra, in una zona molto vocata della media valle del fiume Calore, dove il clima mite e la composizione dei terreni permettono di ottenere ottime uve di Aglianico e Greco.

Pietro ha iniziato a commercializzare dal 2013 tre tipologie di vino, Campi Taurasini Doc e Taurasi Docg da bacca rossa, mentre quella bianca diviene Greco di Tufo Docg.

Piccole aziende come questa, sono l’espressione comunque di impegno e grandi sacrifici, e per niente facile, anzi soprattutto di questi tempi, crearsi un piccolo varco nel vastissimo mercato dei vini.

Sono silenti realtà che se individuate e portate alla conoscenza degli appassionati, rivelano la sintesi di anni trainati da tradizioni, da passioni e sperimentazioni, semplicemente con un calice di vino.

Angela Merolla

Visualizzazioni totali
795
Visualizzazioni odierne
1
Segnalami quando Angela Merolla pubblica qualcosa di nuovo!
( 4 Followers )
X

Segnalami quando Angela Merolla pubblica qualcosa di nuovo!

La tua email:
Articolo correlato:  Montalcino: Marco Keller Logonovo "il vino come piace a me"!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *