I “Minni di Virgini” (…… I Seni di Vergini)….

Giuseppe Di Marco Dessert, Dolci, Prodotti da forno, Ricette Lascia un commentoA-   A=   A+

 

 

I “Minni di Virgini” (…… I Seni di Vergini), il dolce tipico di Sambuca di Sicilia, il paese in provincia di Agrigento che per il 2016 si è aggiudicato il titolo di “Borgo dei Borghi”, è stato inserito dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali nell’elenco nazionale dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali (PAT).

Per avere il riconoscimento PAT, il dolce deve essere “ottenuto con metodi di lavorazione, conservazione e stagionatura consolidati nel tempo, omogenei per tutto il territorio interessato, secondo regole tradizionali, per un periodo non inferiore a venticinque anni”.

Il particolare dolce fu ideato intorno al 1725 da suor Virginia Casale di Rocca Menna, suora di clausura del convento di Sambuca, in occasione del matrimonio del Marchese Beccadelli  con donna Marianna Gravina. Si racconta……. che la suora avrebbe ideato il dolce…… ispirandosi al paesaggio collinare dei dintorni ……………anche se rappresenta un vera e propria mammella con tanto di capezzolo.

L’abate Giuseppe Meli, medico e docente di chimica all’università di Palermo, nello stesso periodo invece ci racconta che: Delle Vergini poi sono i bei seni. Quanto eccellenti sono, tutti lo sanno. Salute a chi spende i suoi spiccioli A chi non ne mangia ci venga un malanno Io per una sola salirei sulla cuccagna O starei dentro incarcerato per un anno! Benedetta la madre che le vende Benedette le mani che le fanno. Anche Giuseppe Tommasi di Lampedusa nel suo Gattopardo fa cenno delle impudiche paste di Vergine.

Il gustosissimo dolce rientra inoltre nell’elenco dei prodotti De.co.

Ecco la tipica ricetta :

Ingredienti
500 gr di farina
150 gr di zucchero semolato
150 gr di margarina
1 uovo intero
1 albume
50 gr di zuccata a pezzetti
50 gr di cioccolato fondente
200 gr di zucchero a velo
Succo di mezzo limone
Ciliegie candite
Latte q.b.
500 gr di crema di latte
(1/2 l. di latte, 80 gr di amido per dolci, un limone, 100 gr di zucchero semolato)
Tecniche di produzione:
Impastare la farina, lo zucchero semolato,la margarina, l’uovo intero e il latte fino ad ottenere un composto omogeneo.
Avvolgere il composto nella pellicola trasparente e porlo in frigo per un ora. Successivamente stendere una sfoglia sottile dalla quale ritagliare dei dischetti di circa 10 cm di diametro.
Metà dei dischetti vanno adagiati in stampini a coppetta, la cui cavità sarà riempita con crema di latte mescolate con la zuccata e il cioccolato.
Coprire con il resto dei dischetti, prestando attenzione a sigillare i bordi, poi capovolgere i dolcetti e sistemarli in una teglia ricoperta con carta da forno.
Distribuite lo zucchero a velo con qualche cucchiaino di latte e il succo di limone. Sbattere il composto con una frusta fino ad ottenere una crema liscia e piuttosto densa.
Dopo che i dolci saranno raffreddati si può passare alla fase di glassatura. Al termine decorare con una cliegina sulla sommità.
Per preparare la crema di latte bisogna scaldare la metà del latte con lo zucchero e la scorza di limone, filtrarlo e incorporarlo al resto del latte nel quale verrà sciolto l’amido. Girare in continuazione fino a farlo addensare su fornello a fiamma bassa.

Nel mese di maggio, in concomitanza con i festeggiamenti per Maria SS dell’Udienza, santa patrona di Sambuca di Sicilia, che avvengono ogni anno la terza domenica del mese, si svolge la sagra della Minna di Virgini e vi consiglio  di degustarla presso lo storico bar Caruso sul corso principale …..una vera delizia!

Il “Bar Caruso” di Rizzuto Maria Audenzia

Corso Umberto I,  n. 136 – Sambuca Di Sicilia (AG)

Telefono0925 941020

 

30709939_1857248584336814_1494497311605129216_n

 

30739326_1857248301003509_3008826750663655424_n

Visualizzazioni totali
4073
Visualizzazioni odierne
1
Segnalami quando Giuseppe Di Marco pubblica qualcosa di nuovo!
( 13 Followers )
X

Segnalami quando Giuseppe Di Marco pubblica qualcosa di nuovo!

La tua email:
Articolo correlato:  Nocellara del Belice: DOP Valle del Belice

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *