cena menu5aprile-page-001 1

DEBUTTO OTTIMO PER IL MAIALE OMEGA3 DI CURANATURA E PROSUS. CON BLEU BLANC COEUR

Angelo Giovannini Allevamento, Carne, Diete, Grassi alimentari Lascia un commentoA-   A=   A+

A NONANTOLA DI MODENA CARNE DI SUINO RICCA DI OMEGA 3,  

BUONA COME IL MAIALE SANA COME IL PESCE

cena menu5aprile-page-001 1Si è svolta qualche sera fa a Nonantola, nella storica locanda dell’Abbazia, ristorante noto per il suo menu di pesce, una cena curadal sapore di novità e con tutte le caratteristiche del vero debutto. Si è mangiata infatti, per la prima volta, carne di suino Omega 3, una interessantissima novità proposta da Cura Natura, azienda di Castelvetro che da alcuni mesi ha adottato il protocollo di allevamento “etico” con l’associazione francese Blue Blanc Coeur.

Tra giornalisti specializzati, chef e operatori della grande distribuzione e del settore carni, a fare da anfitrione dell’evento è stato Sergio Grasso, giornalista, conduttore televisivo, food writer, docente universitario ma soprattutto antropologo alimentare che, in questa veste, ha introdotto e trattato temi quali ‘il maiale a tavola nei secoli’, ‘i grassi buoni e i grassi dannosi’, ‘valori nuutrizionali e omega 3 nel maiale moderno’ conversandocon vari ospiti in rappresentanza dei diversi soggetti protagonisti di questa iniziativa. ferri

NONANTOLA ABBAZIA CENA

Primo tra tutti Maurizio Ferri, amministratore delegato di Cura Natura, col fratello Marco del Gruppo Ferri (che produce alimenti zootecnici), da anni specializzata nella filosofia del benessere animale e nella ricerca di qualità della carne associata a valori etici quali la salute e l’ambiente. Altri protagonisti Enrico Cerri presidente di Prosus, la cooperativa di produttori di cui Cura Natura fa parte, a completare la filiera con la commercializzazione della carne, e Jeremie Renaud rappresentante dell’associazione francese Bleu Blanc Coeur , e infine i due chef  Renato e Marcello Comanducci che, con gli allievi del Centro Studi “La Cremeria” di Cavriago (RE) hanno preparato i sei piatti che componevano il menu a base di questa particolare ‘nuova’ carne.

cena omega 3 - 1

 

Un arrostino freddo con finocchietto selvatico e pancetta croccante ha aperto la cena con immediato apprezzamento (la pancetta era così buona che chi scrive è andato a chiedere se anche quella fosse davvero omega 3), poi a seguire Strozzapreti alla salsiccia con spinaci, Spalla al forno, Involtini di lonza e una Braciolina in salsa di senape (quest’ultima è stata l’unica a dividere in due le opinioni, pro e contro, ma più per una questione di cottura che di qualità della carne). cena Omega 3

Ma il vero trionfo è arrivato con Sua Salubrità il Cotechino, una portata davvero degna dei migliori piatti della cucina tradizionale modenese ed italiana, con una consistenza perfetta ed un gusto maestosamente pieno di gusto e capace di dare piacere senza bisogno di condimento alcuno, infatti è stato servito accompagnato da una semplice patata morbida a sostituire il consueto purè.

In abbinamento ai piatti le eccellenze vinicole del territorio, le nuove generazioni dei lambruschi dalle cantine Garuti, Paltrinieri, Fiorini e Settecani.

Insomma, è proprio vero, ora mangiare carne di maiale senza sensi di colpa, si può. Questo suino con carne ricca di Omega 3, primo esempio di come portare in tavola sapore e proteine della carne unite ai famosi grassi insaturi tanto raccomandati dai nutrizionisti, sarà presto in commercio e i consumatori lo potranno cercare a marchio Prosus. Mentre alcuni produttori di salumi si stanno proponendo per acquistare questa carne suina con omega 3, quindi è facile prevedere che non manchi molto anche ad avere prosciutti, salami, mortadelle e altri insaccati prelibati con questa salutistica caratteristica.

Il punto di partenza è l’alimentazione degli animali – spiegano dall’azienda – e la “ricetta” studiata dai nutrizionisti della Ferri sulla base dei protocolli BBC prevede un mix di prodotti vegetali, minerali, vitamine e semi, tra cui i famosi semi di lino che sono tra i maggiori fornitori di questi “grassi buoni”. Per fare un paragone, come il pesce assume gli Omega 3 cibandosi di alghe, così i suini li assumono dai semi di lino. Ci si stupisce a guardare i valori nutrizionali da tabelle INRAN (Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione): 100 grammi di lombo fresco, per esempio, passano dal contenuto attuale di 0,08 grammi di Omega 3 a 0,24 grammi nei suini della filiera Blue Blanc Core, mentre mangiando la stessa quantità di tonno o di salmone freschi assumeremmo 0,09 grammi di Omega3. Contenuti importanti anche nei prodotti lavorati; si passa per esempio dai 0,11 ai 0,55 nel prosciutto di Parma e da 0,16 a 0,75 grammi nella mortadella di Bologna IGP.

NONANTOLA ABBAZIA CENA

NONANTOLA ABBAZIA CENA

Al di là dei numeri, il risultato della nuova filiera salutistica è una carne che mantiene naturalmente inalterati sapore e gusto e può entrare a pieno titolo nelle diete più equilibrate, in quelle per gli sportivi, o per gli anziani, grazie all’apporto degli Omega 3 con i loro riconosciuti  effetti anticolesterolo, antiossidanti e protettivi del sistema cardiaco. Mangiare maiale e mangiare sano diventa così una missione possibile. Se Cura Natura si occupa dell’allevamento, sarà poi la rete Prosus, la cooperativa di produttori di cui Cura Natura fa parte, a completare la filiera con la commercializzazione della carne.

L’ accordo tra Cura Natura, il gruppo Ferri e Blue Blanc Coeur nasce da una identità di obiettivi che si sono incontrati in un progetto comune. Blue Blanc Coeur nasce nel 2000 in Francia per promuovere un’agricoltura con vocazione alla salute che si pone precisi obiettivi dalla coltivazione, all’allevamento, alla tavola secondo protocolli di produzione che prevedono obblighi di mezzi, di risultati, di tracciabilità. I prodotti della filiera BBC tendono ad un miglioramento del profilo lipidico (meno grassi saturi e acidi grassi omega 6, più acidi grassi Omega 3) che contribuisce ad  una migliore nutrizione umana, con benefici ampiamente dimostrati da studi clinici e scientifici. Per Cura Natura l’adozione del protocollo BCC è la naturale evoluzione di un sistema di allevamento già intrapreso che l’ha portata oggi, insieme agli alimenti zootecnici del gruppo Ferri, alla certificazione No Ogm e Antibiotic Free. Ora la filiera della salute si arricchisce con la nuova garanzia BBC. Salumifici, ristoratori, grande distribuzione, consumatori,  e tutti i soggetti attenti a ciò che succede dal campo alla tavola, potranno richiedere l’unica carne “più” Omega 3, buona come il maiale, sana come il pesce.

NONANTOLA ABBAZIA CENA

Constatato di persona che il gusto rimane quello che è, abbiamo però voluto comprendere meglio l’operazione e ci siamo tolti alcune curiosità chiedendole al motore e cuore dell’iniziativa, Maurizio Ferri.

Ferri, Perché Blue Blanc Coeur? “Perché il Gruppo Ferri, di cui Cura Natura fa parte, ha visto la ricerca, la professionalità, ma soprattutto la decennale esperienza di questa filiera della salute che in Francia ha conosciuto una grande diffusione. Un modo naturale per arricchire di Omega 3 tutte le fasi di allevamento migliorando il benessere degli animali e trasferendo questa ricchezza anche nella carni attraverso un’alimentazione mirata e totalmente naturale. Oggi il magro è ciò che viene richiesto dal mercato, ma se rendiamo il grasso “buono” anche i prodotti di salumeria potranno entrare nei regimi dietetici equilibrati ed andare incontro al benessere delle persone. Il consumatore consapevole deve avere la possibilità di scegliere, e se fra le scelte ci saranno la carne e i salumi ricchi di Omega3, sarà sempre più un orgoglio per noi allevatori dare una nuova caratterizzazione alle nostre produzioni tipiche.” E perché Prosus ? “Siamo soci di questa cooperativa da poco più di un anno e riconosciamo i meriti dei soci fondatori, allevatori illuminati che hanno capito, da imprenditori, la necessità di affidarsi a manager capaci e ad un indirizzo chiaro di sviluppo. La cooperativa ha acquisito una piattaforma in grado di fare lavorazioni e distribuzione di carne e preparati in confezione skin con una tracciabilità unica nel suo genere, il Qr Code di riconoscibilità dell’allevatore e una self life più lunga delle normali confezioni. Abbiamo insomma riscontrato un metodo e un’organizzazione ideali per trasmettere le giuste emozioni alimentari.   Ma insomma Ferri, un allevatore che incontra i media, è piuttosto inusuale… siamo abituati a incontrare chef, produttori, associaizoni di categoria, ma non gli allevatori.. “Questa è un’altra nostra scommessa, dare voce al soggetto spesso invisibile della filiera, che è l’allevatore. Dirò di più, un’azienda senza comunicazione è un’azienda senza voce. Per questo abbiamo attivato tutti gli strumenti della comunicazione e creeremo altri eventi come questo magari anche su territorio nazionale. Se volete essere informati seguiteci su Facebook e sul nostro sito. Il nostro è un lavoro fatto di emozioni che vogliamo trasmettere, perché danno valore al prodotto anche nei confronti del consumatore. Questo  solo l’inizio di un tempo che crediamo sia maturo perché cibo e salute vadano veramente e assolutamente di pari passo.

Mangiare maiale e mangiare sano diventa così una missione possibile e noi, ingordi e curiosi gourmet di provincia, ne siamo lieti.

ANGELO GIOVANNINI

NONANTOLA ABBAZIA CENA

LA FANTASTICA FAMIGLIA FERRI

Visualizzazioni totali
1458
Visualizzazioni odierne
1
Segnalami quando Angelo Giovannini pubblica qualcosa di nuovo!
( Followers )
X

Segnalami quando Angelo Giovannini pubblica qualcosa di nuovo!

La tua email:
Articolo correlato:  Gallura tra terra e mare

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *