Vuoi un parere? Accetta la critica!

Sonia Libri, prodotti tipici, Territorio, Tradizioni Lascia un commentoA-   A=   A+

Mi ritrovo sempre più spesso a ricevere richieste di pareri su creazioni, ricette o scritture di libri o testi. Chi mi conosce sa che sono critica, sa che sono sincera e per chi non mi conosce lo dico fin da subito. Non sempre tutto mi piace, non sempre tutto è perfetto. Spesso ho qualcosa da dire ma per un motivo costruttivo.

Mi sono imbattuta in una persona, pochi giorni fa, dove mi chiedeva un mio parere su un uno scritto di sua moglie che avrebbero portato alla fiera del libro a Torino. Appunto, ricordo la mia sincerità e schiettezza ma mi viene risposto che ogni critica è ben accetta. Bene, leggo questo scritto, scritto bene ma qualcosa non mi torna. Molte parole, frasi e aneddoti scritti in dialetto siciliano che faccio fatica a comprendere. Non espongo il mio giudizio on line e mi viene richiesto, poche ore dopo, se avessi letto lo scritto.

Si,rispondo, ma volevo chiarire un punto. È una tipologia di scrittura o è stata fatta al momento? Tra i se e i ma mi viene prima riferito che sicuramente il siciliano è di levatura internazionale e capibile da tutti ( allora sarò io la cretina) e in seconda battuta mi viene descritto il siciliano come dialetto migliore del bergamasco o del piemontese.

Beh, io sto scrivendo una mia autobiografia, sono piemontese doc e ne vado fiera, sono per l’italiano corretto e corrente ma nulla toglie a ciascun artista di porsi come meglio crede…

Trapela una sorta di orgoglio meridionale ma di stile, ahimè, mafioso, andando orgoglioso del padrino e tutte le fiction stile Montalbano.

Allora io mi chiedo, vado all’estero e gli italiani sono tutti mafiosi, siamo visti male e questo me ne dispiace parecchio e questa persona pare vada fiero anche di altre cose accadute al sud pur di far finta di non capire ciò che gli voglio dire perché è sempre bello ricevere consensi che fare delle critiche costruttive un buon punto di forza! Oltretutto prendendomi anche per i fondelli…

Allora mi chiedo e vi chiedo: se non siete pronti ad ascoltare, state nel vostro brodo che forse è meglio.

Io di merda ne ho mangiata tanta e ne mangerò ancora ma c’è sempre stato qualcuno che comunque, nel bene o nel male, mi ha fatta crescere ed essere la persona che sono oggi.

Sonia

 

Visualizzazioni totali
271
Visualizzazioni odierne
1
Segnalami quando Sonia pubblica qualcosa di nuovo!
( 2 Followers )
X

Segnalami quando Sonia pubblica qualcosa di nuovo!

La tua email:
Articolo correlato:  Viaggio itinerante salentino: ultimo giorno di visite fra azienda agricola, palazzi storici e aperitivo da Dario nel mercatino della scuola agricola

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *