Le parole che non ti ho detto…

Sonia Benessere, Libri, Società, Solidarietà Lascia un commentoA-   A=   A+

chiave-alice-in-wonderland

Io sono il protettore di me stesso ma anche il mio peggior nemico”

Oggi vorrei raccontarvi una storia, la storia di un’ amica/nemica, sopravvissuta grazie alla sua forza, una forza interiore particolare legata a diversi fattori.

Le parole che non ti ho detto…

Amare se stessi è un sentimento e un azione difficile perchè ti pone davanti mille ostacoli, spesso senza una guida non sai nemmeno come fare. Quando si aggiunge un malessere esteriore la situazione peggiora perchè pensi sempre che sia colpa tua, forse è anche perchè te lo fanno credere. Ecco perchè dico sempre di ragionare con la propria testa e di non dare importanza al parere altrui.

Esiste anche un altro fattore di cui si appropriano gli altri: pensano sempre di conoscerti abbastanza quando non sanno che la superficialità con cui lo fanno non basta. Quella superficialità è sottile come la nostra pelle e noi siamo ben altro. All’apparenza c’è chi sembra un leone inferocito in mezzo alla savana, con il quale non puoi nemmeno dialogare e dall’altra ti trovi un apparente “angelo” ma che alla fine è pieno zeppo di incoerenze, non si vuol fare aiutare, tende quasi sempre a puntare il dito e ferisce.

In questo caso il leone, che sembra tanto cattivo, inavvicinabile, si rende conto che ha bisogno di aiuto, lo chiede e lo porta avanti come un lavoro. Si arrabbia, si, a volte anche troppo, ne è consapevole ma quella  è la sua indole, non puoi stravolgere un leone e farlo diventare un gattino. Per fortuna che quel leone è nato anche con un una dote: quella di aiutare gli altri, forse una dote che pochi vedono e capiscono. Ha tante passioni, qualità, a volte è sornione mentre che altre è una piccola esplosione. Vive in branco ma ama la solitudine perchè sta bene con ciò che ha, se stesso.

L’angelo, invece, è un pò incoerente e l’esserlo con se stessi può portare a farsi del male. A dire sempre si, poi non so, poi forse e poi no, fa di lui un una persona incasinata, che non sa cosa vuole realmente dalla vita…e lui stesso, a questo punto, è il proprio nemico. Non accetta aiuto, non capisce quando gli parli perchè è convinto che la sua idea sia reale e decisiva, è convinto che non gli serva aiuto. Prima attacca e poi si tira indietro. E’ una persona che non potrà mai crescere così ma ognuno di noi deve sapere ciò che è giusto e sbagliato per se stessi.

Magari il leone prova a farlo crescere ma non si può, ognuno ha la propria mente, bisogna darle spazio e capirsi da soli. Bisogna darsi tanto spazio mentale, fisico e temporale…

Il leone, quello spazio mentale cerca di darselo, in un modo o nell’altro, lo spazio fisico è più difficile, lo spazio temporale, per quel leone, è quasi terminato. Bisogna accettare quello che ci da la vita anche se ti distrugge sperando che nella prossima ci sia qualcosa di migliore. Lo si può accettare o no…

Non lo so se quel leone lo accetterà mai, lo condividerà mai ma deve andare avanti, in qualche modo, bello come il sole anche se sul suo manto è intriso da mille cicatrici dolorose…

Lady Chef Sonia Delmastro

Visualizzazioni totali
194
Visualizzazioni odierne
1
Segnalami quando Sonia pubblica qualcosa di nuovo!
( 2 Followers )
X

Segnalami quando Sonia pubblica qualcosa di nuovo!

La tua email:
Articolo correlato:  Cosa c'è che non va...fa vedere? Leggi qua...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *