Eremo Tuscolano

Eremo Tuscolano a tu per tu con il Colosseo

Rosanna Ferraro Dop e Igp, Ristorazione, Turismo Lascia un commentoA-   A=   A+

Cartoline da Roma.

Una tra tutte la vista sul Colosseo che arriva ad inquadrare in lontananza il Campidoglio, l’altare della Patria e addirittura il Cupolone.

La terrazza di Palazzo Manfredi, hotel 5 stelle lusso a due passi, due, dal Colosseo, offre un punto di vista fantastico. Difficile immaginare una cartolina più bella che faccia da sfondo ad una serata a tavola. Infatti  è lì che si trova il ristorante stellato Aroma dove, dal 2011 lo chef Giuseppe Di Iorio si “esibisce sul suo palcoscenico”.

Colosseo

Su passione, dedizione al lavoro e rispetto delle materie prime lo chef Giuseppe Di Iorio basa il successo della sua proposta culinaria, varia, essenziale e stagionale.

Forse anche per questo nella carta dei vini, tra le selezionatissime referenze, c’è anche il Frascati Superiore Eremo Tuscolano di Valle Vermiglia, prodotto da Mario Masini con il frutto delle vigne sul monte Tuscolo a Monte Porzio Catone, in una posizione che in quanto a panorama, mozzafiato e con lo sguardo che spazia su tutta la Città Eterna, non ha nulla da invidiare alla terrazza.

In comune con la filosofia del ristorante, Eremo Tuscolano condivide i valori di relax, bellezza e silenzio, e soprattutto tensione professionale verso la qualità sempre e comunque.

Una volta accomodati al tavolo con la giusta visuale, in terrazza, non vi sarà difficile scegliere à la carte un piatto firmato dallo chef e dalla sua brigata adatto per l’abbinamento con il Frascati Superiore Eremo Tuscolano.

Soprattutto “lato mare” potrete accostarlo alle sempre diverse preparazioni a base di quanto il profondo blu può dare, da quello più lontano (di Mazara per fare un esempio) a quello più vicino di Ponza e di Gaeta, fino a quello della costa a nord di Roma, le proposte sono molte, con combinazioni di profumi molto intriganti, per cui potrete scegliere tra polpo, mazzancolle, gamberi rossi e non, capesante, spigola, astice ma anche fragolino, baccalà e salmone, gallinella o filetto di merluzzo e tutto il pesce azzurro che c’è… il tonno no, quello no: un motivo c’è. ed è una scelta etica. Ve la farete raccontare dallo chef a fine cena.

Ristorante Aroma – Via Labicana 125, Roma – 06 97615109

[Crediti foto: aromarestaurant.it]

Visualizzazioni totali
240
Visualizzazioni odierne
2
Segnalami quando Rosanna Ferraro pubblica qualcosa di nuovo!
( Followers )
X

Segnalami quando Rosanna Ferraro pubblica qualcosa di nuovo!

La tua email:
Articolo correlato:  Pizza e pesce povero da PePPO al Cosimato nella Roma trasteverina

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *