Bilancio di fine anno della Cantina di Vinchio e Vaglio Serra

Renato Girello Cantine, Vino, Vitigno Lascia un commentoA-   A=   A+

vinchio

Mentre si preparano a festeggiare nel 2019 i sessant’anni di vita della Cantina, la Viticoltori associati di Vinchio e Vaglio Serra ha presentato il bilancio di fine anno 2018 con tre importanti novità. Intanto la realizzazione all’interno dell’ enopolio di un moderno ed attrezzato laboratorio di analisi, poi la preparazione di una Barbera d’Asti prodotta con uve coltivate con il metodo dell’ agricoltura biologica, infine il fatto che quella appena conclusa è stata la prima vendemmia dell’ enologo Beppe Rattazzo che è stato prima l’ allievo e poi un prezioso collaboratore di Giuliano Noè, considerato uno dei padri nobili della barbera e che per oltre trent’anni è stato la guida tecnica della Cantina di Vinchio e Vaglio Serra. Un cambio della guardia all’insegna della continuità, dunque, visto che Rattazzo sono decenni che collabora con la cantina.  Una vendemmia quasi ottima, è stata definita, sia per qualità e per quantità che ha visto una produzione di quasi 31 mila e cinquecento ettolitri di vino, con al primo posto il Piemonte DOC Barbera con oltre 14 mila quintali, seguito dalla Barbera d’Asti DOCG con quasi 11 mila quintali. Il  fatturato complessivo è di quasi 9 milioni e trecentosessanta mila Euro, in crescita per quanto riguarda l’ Italia e con una leggera flessione sull’estero. Infine per quanto riguarda la valorizzazione del paesaggio agrario la Cantina ha quasi ultimato i lavori di sistemazione del percorso naturalistico ” I nidi di Vinchio e Vaglio” che sara’ aperto al pubblico nella prossima primavera.

Visualizzazioni totali
68
Visualizzazioni odierne
1
Segnalami quando Renato Girello pubblica qualcosa di nuovo!
( Followers )
X

Segnalami quando Renato Girello pubblica qualcosa di nuovo!

La tua email:
Articolo correlato:  Il 26 maggio a Villa Sabella di Baia (Na) “Viaggio nel Mediterraneo” con jamón iberico, vini francesi e piatti flegrei

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *