La nuova casa dello chef Emilio Desiderio

Angela Merolla Chef, Ristoranti Lascia un commentoA-   A=   A+

55529869_828849187462592_6221981051401535488_n

di Angela Merolla

Da venerdì 12 aprile l’Hotel Villa Gabrisa di Positano inaugura la nuova stagione primavera-estate con una dinamica brigata di cucina capeggiata dallo chef Emilio Desiderio, che dopo 16 anni, lascia il ristorante “Rada” sulla spiaggia di Positano, per iniziare un nuovo percorso a Villa Gabrisa, la struttura della famiglia Rispoli, ovvero la sua nuova casa dopo il matrimonio con Isabella Rispoli.

Per lo chef Emilio Desiderio, inizia a tutti gli effetti, un’altra pagina della sua vita professionale.

Questa la filosofia in cui ha sempre creduto e su cui ha issato i pilastri dalla sua attuale cucina, quella che proporrà appunto a Villa Gabrisa:-

“Crescere e formarsi professionalmente, con l’umiltà e la volontà di apprendere dai grandi maestri della cucina italiana.

Delineare il profilo della cucina che è più vicina al proprio io, fatta di tecniche e creatività, di ricerca e di rispetto per le materie prime. Una cucina che non tralascia la tradizione e soprattutto non  perde di vista l’obbiettivo finale che è quello di soddisfare l’ospite, servendo nel piatto un saporito racconto d’amore e di vita”.

Di seguito una breve cronistoria del suo percorso professionale.

Emilio Desiderio iniziò a lavorare in cucina all’età di 14 anni presso il Ristorante San Vincenzo di Vico Equense, lo chef all’epoca era Giosuè Maresca di scuola francese, uno dei migliori chef della zona e rimase con lui per 4 anni.

Altri quattro anni sotto la guida dello chef Antonio Tecchia, di seguito un anno ad Amalfi al ristorante Da Luisella e fino allo scorso anno per ben 16 anni ha diretto la cucina del ristorante “Rada” di Positano, come chef resident.

Inoltre, per la voglia di arricchire il suo bagaglio professionale, durante il periodo invernale, affiancava grandi maestri della cucina italiana quali: Lo stellato Nino Di Costanzo del ristorante Il Mosaico di Ischia

-Enrico Bartolini al Devero 2 stelle Michelin

-Enrico Crippa al Piazza Duomo-3 stelle Michelin

-Mauro Uliassi nel ristorante Uliassi all’epoca 2 stelle Michelin oggi 3

-Poi a Trento da Alfio Ghezzi di Locanda Margon 2 stelle Michelin, ristorante stellato di Casa Ferrari

Ma ancora ulteriori importanti collaborazioni hanno contribuito alla sua formazione professionale e tra qualche settimana, potremmo conoscere le sue proposte d’arte culinaria a Villa Gabrisa.

Sicuramente la sua cucina punta in alto e sentiremo parlare di lui.

 

Visualizzazioni totali
67
Visualizzazioni odierne
1
Segnalami quando Angela Merolla pubblica qualcosa di nuovo!
( 4 Followers )
X

Segnalami quando Angela Merolla pubblica qualcosa di nuovo!

La tua email:
Articolo correlato:  Taverna La Riggiola a “BaccalOtto – Gli 8 volti del baccalà”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *