Sorveglianza nel Parco delle Cinque Terre

Luca Natale Eventi, Territorio Lascia un commentoA-   A=   A+

LA SORVEGLIANZA DEL TERRITORIO DEL PARCO NAZIONALE DELLE CINQUE TERRE

La sorveglianza del territorio distingue l’attività svolta dal personale assegnato al Reparto Carabinieri Parco Nazionale “Cinque Terre”.

Per effetto della Legge quadro sulla aree protette n.394 del 6 dicembre 1991, il Reparto Carabinieri
Parco Nazionale “Cinque Terre” effettua la sorveglianza sul territorio protetto, per tutelarlo dall’inquinamento, dall’abusivismo edilizio, dal bracconaggio, dagli incendi boschivi ed dalle altre azioni dannose.
Il territorio è un bene non lineare, non superficiale, non volumetrico, non di una, due, tre dimensioni,
non solo costituito da rocce, acque, aria, piante, animali, ma dal tempo che gli è stato concesso
per essere e dal modo con cui l’ha trattato l’umanità a lui più prossima.
Il valore delle risorse naturali e quindi dei territori protetti non supera quello della memoria, del
pensiero, dell’arte, dei sentimenti che l’ Uomo ha avuto a loro riguardo.

33B99B78-4A78-44D7-8348-2A9062F8491D
La sorveglianza intesa come presenza costante, attenta e motivata è il modo più convincente per
educare, che a sua volta è il mezzo più efficace di prevenzione. Diversamente dalla repressione, attuata
solo a danno compiuto e senza possibilità di pieno risarcimento, la prevenzione agendo d’anticipo
evita che l’azione dannosa si manifesti e conserva l’integrità dell’oggetto da tutelare: la costanza
e l’impegno con cui è attuata, la qualità e la continuità del tempo dedicato a conoscere il territorio
fanno sì che il bene rimanga illeso.

5CF14960-AE53-460B-9EFB-EE735B3DF9CA
La sua azione non è clamorosa, di effetto immediato e compiuto, ma continua e silenziosa, leggera
e determinante come il tocco del pennello sul quadro di un grande pittore, perché i territori dei parchi
sono capolavori della natura pari a quelli dell’arte, che spesso hanno ispirato, a cui basta uno
sbaffo, un gesto maldestro per andare perduti. Chi vigila sui territori naturali protetti impara il silenzio
e l’ascolto, per intervenire nel modo e nel momento più efficaci per evitare che gli incendi boschivi
e gli abusi edilizi trasfigurino il paesaggio, per salvaguardare la flora e la fauna protette e
quindi la qualità della vita, per imparare e insegnare le leggi della convivenza dell’Uomo con la Natura.

Visualizzazioni totali
125
Visualizzazioni odierne
1
Segnalami quando Luca Natale pubblica qualcosa di nuovo!
( 7 Followers )
X

Segnalami quando Luca Natale pubblica qualcosa di nuovo!

La tua email:
Articolo correlato:  NEL CASTELLO VISCONTEO DI PANDINO LA "GIORNATA MONDIALE DEL LATTE"

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *