Il Frantoio Gaudenzi cresce ancora

Patrizia Cantini Colline, Olio, Olive Lascia un commentoA-   A=   A+

Il Frantoio Gaudenzi continua a crescere, a dimostrazione della grande vitalità di questa impresa alla quale partecipano tutti i membri della famiglia.

Altri dieci ettari di oliveti situati sulle colline trevane e confinanti con gli appezzamenti della famiglia si sono infatti appena aggiunti alle proprietà grazie a contratti di acquisto e accordi di gestione.

Si tratta di circa 3.500 piante della cultivar Moraiolo pienamente produttive e alcune delle quali secolari.

I nuovi oliveti si trovano tutti tra i 350 e i 600 metri sopra il livello del mare, e le olive che vi saranno raccolte a partire dalla prossima campagna andranno a incrementare la produzione di Quinta Luna, l’olio più famoso del frantoio e anche quello che da sempre rappresenta la maggior fetta produttiva. Attualmente la produzione media di Quinta Luna si aggira intorno ai 25.000 litri, ma con i nuovi uliveti salirà intorno ai 30.000, permettendo così ai Gaudenzi di poter accontentare in pieno i propri clienti che crescono di anno in anno. A breve inoltre l’offerta del frantoio si arricchirà ulteriormente grazie ad accordi dei quali presto daremo notizia e che garantiranno al frantoio uno spaccato particolarmente significativo di olivicoltura umbra.

Ma l’attività della famiglia Gaudenzi ormai è andata ben oltre le colline trevane ed è approdata nello spoletino ai piedi dei Monti Martani, dove Stefano e Andrea hanno acquistato una nuova proprietà e dove a novembre scorso hanno cominciato l’impianto di 20 ettari di uliveto che saranno completati a ottobre prossimo. In questa nuova azienda le cultivar prescelte sono Frantoio, Leccino, Leccio del Corno, Moraiolo, Sanfelice, Nostrale di Rigali e Dolce Agogia, ossia le classiche della Dop Umbria. L’azienda aveva comunque già un uliveto in produzione che ha dato vita, con la campagna 2018, alla selezione “89/93”, il cui nome fa riferimento agli anni di nascita rispettivamente di Stefano e di Andrea.

Insomma, il Frantoio Gaudenzi ha cominciato il 2019 alla grande, confermando la sua grande vivacità e il suo desiderio di diventare un punto di riferimento sempre più importante per l’olivicoltura umbra. Le tante novità, anche nel campo della ricerca, saranno poi presentare direttamente alla prossima edizione del Sol & Agrifood di Verona, dove la famiglia Gaudenzi sarà come di consueto presente.

Nell’immagineOlivo 2: un olivo secolari dei nuovi oliveti Gaudenzi

Visualizzazioni totali
162
Visualizzazioni odierne
2
Segnalami quando Patrizia Cantini pubblica qualcosa di nuovo!
( Followers )
X

Segnalami quando Patrizia Cantini pubblica qualcosa di nuovo!

La tua email:
Articolo correlato:  CONSORZIO OLIO GARDA DOP: LAURA TURRI È IL NUOVO PRESIDENTE

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *