Il Frantoio Gaudenzi a Sol

Patrizia Cantini Fiere, Olio Lascia un commentoA-   A=   A+

La presenza del Frantoio Gaudenzi a Sol&Agrifood è ormai divenuta una costante, ma quest’anno si arricchisce di un momento dedicato alla ricerca e alla sperimentazione del quale l’azienda trevana è parte integrante. Il frantoio è infatti capofila di un progetto di ricerca sull’abbattimento della temperatura della pasta di olive prima del suo ingresso nella gramolatrice. Il progetto fa parte del PSR della Regione Umbria ed ha preso avvio nel 2018. Insieme all’Università di Perugia vi prende parte anche la società Landscape Office Agronomist di Perugia.

Il progetto si sviluppa in tre anni, e a Sol saranno presentati i risultati della sperimentazione condotta fino a ora. L’esigenza di abbattere la temperatura della pasta di olive naturalmente deriva dal global worming che ha comportato l’innalzamento generale della temperatura atmosferica a inizio autunno, ossia proprio nel momento della raccolta delle olive. Al contempo, la stessa raccolta risulta sempre più anticipata per poter produrre oli dalle elevate caratteristiche organolettiche e dalle importanti qualità salutistiche. Non a caso il celebre Quinta Luna del Frantoio Gaudenzi ogni anno nasce tra la fine di settembre e gli inizi di ottobre. Ricordiamo che Quinta Luna ha fatto scuola tra gli olivicoltori italiani e che ancora oggi è tra i primi extra vergine a venire prodotti nel nostro paese.

Il convegno si terrà martedì 9 aprile nella Sala Mantegna alle ore 15. Interverranno il professor Maurizio Servili del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali dell’Università di Perugia, il dottor Andrea Sisti di Landscape Office Agronomist, il dottor Giacomo Costagli di Alfa Laval, il sindaco di Trevi Bernardino Sperandio, Marco Oreggia di Flos Olei e Francesco Gaudenzi. Il convegno sarà moderato da Alberto Grimelli di Teatro Naturale.

Per tutta la durata di Sol&Agrifood, Stefano e Andrea Gaudenzi saranno presenti presso il proprio stand per presentare tutte le selezioni del frantoio e anche l’ultima nata che si chiama “89/93” in onore dei rispettivi anni di nascita. La selezione è prodotta con olive raccolte nella nuova azienda acquistata dai due fratelli ai piedi dei Monti Martani nel comune di Spoleto. E’ qui che stanno nascendo i nuovi oliveti di famiglia, concepiti con tecnologie all’avanguardia studiate per loro dall’agronomo Sisti e dal suo team.

Stefano e Andrea vi aspettano dunque a Sol per raccontarvi le tante novità con le quali la famiglia Gaudenzi ha inaugurato il 2019._MG_4174

Visualizzazioni totali
71
Visualizzazioni odierne
1
Segnalami quando Patrizia Cantini pubblica qualcosa di nuovo!
( Followers )
X

Segnalami quando Patrizia Cantini pubblica qualcosa di nuovo!

La tua email:
Articolo correlato:  La bella fioritura degli olivi Gaudenzi

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *