UNIVERSITA’ A BASSO IMPATTO AMBIENTALE : CONTINUANO LE INIZIATIVE GREEN

Redaclem Territorio Lascia un commentoA-   A=   A+

La proposta di miglioramento del collegamento tra le sedi universitarie scaturita dai Living Lab degli ultimi mesi ha trovato concreta attuazione con l’attivazione di un autobus navetta che, fino al 12 aprile, collega direttamente la stazione ferroviaria di Bergamo con via Marconi a Dalmine, dove ha sede il campus di ingegneria.

Contestualmente, attorno al Campus ingegneristico di Dalmine sono state temporaneamente attivate alcune iniziative.

Sei posti auto nei parcheggi prossimi agli edifici universitari sono stati sostituiti con un piccolo angolo verde dedicato a momenti di confronto e di dialogo sui temi della sostenibilità, aperte anche ai cittadini. I commercianti di Dalmine, l’Associazione OPEC (Operatori Economici di Dalmine), il benzinaio, il gommista, il fiorista, la cooperativa di giardinaggio, un’azienda di trasporti hanno voluto dimostrare l’apprezzamento per l’iniziativa regalando piante, fiori, terriccio, pallet, pneumatici e ogni cosa potesse essere necessaria per rendere più accogliente l’angolo green. Al termine del periodo di sperimentazione i materiali che arredano lo spazio green torneranno nella disponibilità di chi li ha donati, in un’ottica di economia circolare.

Otto posti auto sono stati destinati al carpooling mentre un intero parcheggio, collocato in una zona prossima al casello autostradale di Dalmine e normalmente destinato ad attività commerciali assai frequentate in orari diversi da quelli di interesse per gli universitari, è stato reso disponibile agli studenti ed è servito dalla navetta.

Il Fab Lab di Bergamo ha prodotto eleganti cartelli su legno per illustare a studenti, docenti e cittadini l’iniziativa.

LA NAVETTA

Il bus navetta collega le sedi universitarie effettuando 10 corse di andata e 10 di ritorno attraverso il percorso che parte dalla fermata “Bergamo FS” (attuale fermata del 5, pensilina 1 dell’autostazione) e, passando per le fermate “Caniana” (attuale fermata del 5 in via dei Caniana presso l’Università) e “Bricoman” (presso la coppia di fermate esistenti di fronte al supermercato HD), giunge alla fermata “Dalmine” in Via Marconi/Antenna (attuale fermata del 5).

L’indicazione riportata sul display dell’autobus è “5/diretto UniBg – Caniana/Dalmine”. I titoli di viaggio ammessi saranno il normale biglietto di Area Urbana valido per il TPL sulla tratta servita mentre è previsto l’accesso gratuito per studenti, docenti e personale tecnico-amministrativo presentando il tesserino universitario/Enjoy Card.

IL LIVING LAB

Il Living Lab è uno strumento che permette di arrivare a scelte condivise per sperimentazioni limitate nel tempo, che rendono possibile testare scelte alternative di mobilità sostenibile. I Living Lab sono stati attivati nelle sedi dell’ateneo lavorando insieme al Comune di Bergamo, che si è aggiudicato il progetto europeo “Share Place”, con l’obiettivo di individuare soluzioni di mobilità sostenibile rivolte agli nostri studenti. E il Comune finanzia l’iniziativa in collaborazione con l’Università di Bergamo proprio grazie ai fondi del progetto europeo. Ai Living Lab ha partecipato anche il Comune di Dalmine portando un contributo in termini di idee e soluzioni pratiche. D’altro canto, anche l’ Università degli studi di Bergamo si è aggiudicata un progetto U-Mob LIFE orientato a orientato alla creazione di una rete di Università per facilitare scambi e trasferimento di conoscenze su. Buone Pratiche di mobilità sostenibile tra le Università europee.

Visualizzazioni totali
30
Visualizzazioni odierne
1
Segnalami quando Redaclem pubblica qualcosa di nuovo!
( Followers )
X

Segnalami quando Redaclem pubblica qualcosa di nuovo!

La tua email:
Articolo correlato:  La narrazione del gusto: storytelling in tavola. IX Rassegna Appennino Gastronomico – Menu a Km Zero

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *