GLI STUDENTI DEL BAYREUTH GYMNASIUM

Luca Natale Eventi Lascia un commentoA-   A=   A+

“…il mondo dei giovani e degli istituti scolastici continua a rappresentare un futuro di civiltà …”

 

Prosegue un antico ed interessante rapporto di collaborazione e scambio culturale tra giovani di diversa nazionalità. Nei giorni scorsi, alcuni studenti della Scuola Richard  Wagner  Gymnasium  di Bayreuth, con la preside Ursula Graf ed i professori Andrea Reuger  (insegn. di italiano) , Kurt Arzberger (insegn. di geografia), insieme alle professoresse Silvia Segalla e Silvia Benedetti dell’Istituto Turistico Fossati-Da Passano, accompagnati dall’associazione Mangia Trekking hanno fatto visita e sosta nelle Cinque Terre.4EA8BCB5-D3E2-4FF3-B713-C06C5BDB1396

Visitarle era un desiderio espresso da molti degli amici di Bayreuth. Così, la mattina, dopo un breve scambio di saluti tra la preside, professoressa Ursula Graf, e l’ingegner Patrizio Scarpellini, direttore del Parco Nazionale delle Cinque Terre, la comitiva dal borgo di Manarola, con un percorso che attraversa terrazzamenti ed uliveti, gli studenti e gli insegnanti sono saliti a Volastra, ed hanno poi diretto per Corniglia.

Si è trattato di un’attività di alpinismo lento tra natura, tradizione, religione ed antichi mestieri, come le molteplici immagini dei panorami osservati e l’associazione Mangia Trekking hanno saputo raccontare. Continua così, quello scambio di cultura cominciato, oltre trent’anni fa dai due Istituti Scolastici. Lungo un percorso guidato ed arricchito dalla musica di Richard Wagner, che un decennio dopo condusse al gemellaggio le città di La Spezia e Bayreuth.

E sono proprio questi buoni esempi, che vedono in diversi territori, i giovani e le scuole protagonisti di iniziative lungimiranti, la garanzia per un  futuro di crescente civiltà.

Visualizzazioni totali
68
Visualizzazioni odierne
1
Segnalami quando Luca Natale pubblica qualcosa di nuovo!
( 8 Followers )
X

Segnalami quando Luca Natale pubblica qualcosa di nuovo!

La tua email:
Articolo correlato:  Un 2019 all'insegna del rock

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *