Macchine per il verde: mercato in ripresa nel 2018

Patrizia Menicucci Agricoltura, Giardinaggio, Macchine agricole, Macchine per il giardinaggio Lascia un commentoA-   A=   A+

Le vendite di macchine e attrezzature per il giardinaggio e la cura del verde segnano a fine anno un incremento complessivo del 3,2%. I dati Comagarden/Morgan relativi alle principali tipologie di prodotto confermano la crescita delle macchine e attrezzature alimentate a batteria.

 Il mercato delle macchine e attrezzature per il giardinaggio e la cura del verde archivia il 2018 con un aumento delle vendite rispetto al 2017. I dati elaborati dall’associazione italiana dei costruttori Comagarden e dal gruppo di rilevamento statistico Morgan indicano a fine anno un totale di 1.288.149 unità vendute (comprendenti ogni tipo di macchinario, dai mezzi semoventi alle attrezzature motorizzate, fino ai più semplici strumenti manuali). In termini percentuali questo volume di vendite segna un incremento di 3,2 punti percentuali rispetto all’anno precedente. A dare un contributo al positivo andamento delle vendite sono soprattutto le macchine e le attrezzature con alimentazione a batteria, che hanno messo a segno prestazioni più brillanti rispetto alle versioni con propulsore termico. Emblematico l’andamento del segmento delle motoseghe che, pur avendo chiuso il 2018 con un leggero calo rispetto all’anno precedente (-1,4%), in controtendenza dunque con l’andamento del comparto, ha comunque registrato incrementi a doppia cifra per i modelli a batteria (+22,5% sul 2017). La stessa dinamica ha interessato il settore dei decespugliatori e quello dei soffiatori/aspiratori. Per i primi, a fronte di una crescita complessiva pari al 7,2%, le versioni a batteria hanno visto aumentare le vendite del 34,3%; per i secondi, invece, il boom della batteria (+24,4%) ha avuto un ruolo determinante per invertire la congiuntura negativa del 2017 e riportare in territorio positivo le vendite dell’intero segmento (+0,7% sul 2017). Questa tendenza è ancora più marcata nel segmento dei trimmer, dove, a fronte di un +8,6% generale, le attrezzature alimentate a batteria hanno registrato un incremento del 44,8%, triplicando le vendite rispetto al 2016. I dati del 2018 confermano dunque un progressivo spostamento della domanda di macchine e attrezzature per il giardinaggio e la cura del verde verso sistemi di propulsione “green”, a basso impatto ambientale. Nel caso dei trimmer e dei soffiatori, i modelli a batteria hanno dato un impulso considerevole alle vendite, determinando un’inversione di rotta rispetto alla contrazione del 2017. Per quanto riguarda gli altri comparti, è proseguita anche nel 2018 la crescita dei trattorini (+2%) e dei rasaerba robotizzati, che vedono le vendite aumentate del l’11,9%, dopo il consistente +18,5% messo a segno nel 2017. In decisa controtendenza sono i biotrituratori, che registrano una flessione per il terzo anno consecutivo (dal 2016 al 2018 le vendite sono diminuite di oltre mille unità) e gli atomizzatori, in calo del 7,1%. Invece, la flessione degli spazzaneve (-3,4%) è il riflesso di stagioni invernali sempre più miti e “avare” di  precipitazioni nevose. In termini di unità, la tipologia di macchine più consistente è quella delle motoseghe (335 mila pezzi venduti), seguita dai rasaerba (277.566) e dai decespugliatori (266.296).

Visualizzazioni totali
52
Visualizzazioni odierne
1
Segnalami quando Patrizia Menicucci pubblica qualcosa di nuovo!
( Followers )
X

Segnalami quando Patrizia Menicucci pubblica qualcosa di nuovo!

La tua email:
Articolo correlato:  Macchine agricole: volano le immatricolazioni a fine 2017

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *