Ecoturismo nel Salento: Lido Pineta sostiene il progetto Esplorando

Mariella Piscopo Territorio, Turismo Lascia un commentoA-   A=   A+

Il mare accarezza le dune sabbiose, i pini secolari regalano ombra gradita, le cicale cantano senza tregua e al tramonto il sole si tuffa in acqua, colorando il cielo di arancione: queste le magie del Salento più bello. Nel Parco Naturale Regionale Litorale di Ugento tra Leuca e Gallipoli, ci si sente in sintonia con il mondo e la vacanza diventa l’occasione per fare trekking nella natura, grazie a “Esplorando”, il progetto di ecoturismo promosso da Lido Pineta, uno stabilimento balneare eco-friendly in collaborazione con le guide ambientali professioniste Emanuela Rossi e Totò Inguscio di Avanguardie. Si tratta di escursioni guidate pomeridiane gratuite, tra il mare, i bacini e la serra, seguendo le tracce del tempo.  Ideali per chi ama camminare e per chiunque voglia scoprire il Parco, che si estende per 1600 ettari e 12 chilometri lungo la costa: comprende zone umide con 7 bacini artificiali, 500mila ulivi, pineta, macchia mediterranea, dune costiere e sabbia dorata. L’appuntamento è ogni giovedì, fino al 29 agosto, si parte da Lido Pineta alle 17.30 (e alle 17 dal 16 al 30 agosto) e dura un paio d’ore. Da non perdere il trekking lungo i canali e tra la vegetazione costiera il 13 giugno e poi l’11 luglio e l’8 agosto: camminare in questi luoghi silenziosi può dare modo di fare osservazioni avifaunistiche e scoprire dal punto di vista storico e naturalistico questi preziosi spazi di acqua dolce (lunghezza: 8 km circa; dislivello: 3 m s.l.m.). Si può scegliere l’escursione lungomare, tra dune e pineta il 4 luglio oppure l’1 e il 29 agosto: passi lenti sulla sabbia, dove la battigia incontra il mare; passi tranquilli all’ombra della pineta, dove la vegetazione spontanea fa capolino (lunghezza: 4/5 km circa; dislivello: 1 m s.l.m). Il 20 giugno, il 18 luglio e il 15 agosto è la volta dell’escursione ai bacini (lunghezza: 7 km circa; dislivello: 3 m s.l.m.); per concludere il 27 giugno, il 25 luglio e il 22 agosto con un percorso mozzafiato, che porta alla Specchia del Corno, con la roccia che domina su speroni, gradoni, gravine e la folta vegetazione che invade crinali e gole (lunghezza: 5 km e ½ circa; dislivello: 65 m s.l.m.).

Uno stile di vita sano anche nell’alimentazione, quello proposto da Lido Pineta ai suoi ospiti nel punto ristoro in pineta a pochi metri dalla spiaggia: piatti bilanciati, materie prime bio e a km zero, attenzione all’uso dei condimenti, adatti anche a intolleranti al lattosio e al glutine, ai vegetariani e ai vegani.  Immancabili i piatti freschi della tradizione salentina, come la frisa d’orzo con i pomodori schiattarisciati, la “puccia” multicereale vegetariana. E poi rispetto dell’ambiente, servizi di qualità, cura e attenzione al dettaglio. Si arriva in spiaggia lungo una passerella, che attraversa la pineta secolare, attrezzata con area ristoro à la carte, tavoli da pic nic e giochi per bambini, con un chiosco in legno che ospita il bar-caffetteria-self service. A pochi metri ci sono anche il bazar libri e riviste, il tavolo da ping pong e il campo di beach volley. Chi vuole oziare tutto il giorno, può sdraiarsi sotto ombrelloni in tessuto o in canne d’Africa e lasciarsi cullare dal rumore delle onde.

E per soggiornare a 5 km dalla spiaggia c’è il b&b Le Sei Conche, una dimora ottocentesca, silenziosa e rilassante a Gemini, appena fuori Ugento. Dopo un restauro nel rispetto delle tecniche e dei materiali originali l’antico casolare con camini, stalla, granaio e cantina, volte a stella e a botte, inaugurato nel 2018, si presenta questa estate con 2 nuove camere, per un totale di sei, un bel giardino, terrazze panoramiche attrezzate e a breve con altre piacevoli sorprese (www.leseiconche.it).

 Info: Lido Pineta, SP 91 Loc. Fontanelle, tel. 334.3130040, www.lidopineta.it

LidoPineta6_LitoraleUgento2018low

Visualizzazioni totali
95
Visualizzazioni odierne
1
Segnalami quando Mariella Piscopo pubblica qualcosa di nuovo!
( Followers )
X

Segnalami quando Mariella Piscopo pubblica qualcosa di nuovo!

La tua email:
Articolo correlato:  Ricordi dalla Provincia di Varese. Prima Parte

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *