CANTINE CONTE ZANDOTTI Un sorso di storia e di territorio

Angela Merolla Cantine, Vino, Vitigno Lascia un commentoA-   A=   A+

57614977_2392538067423368_7941288826863878144_n

di Angela Merolla

La prima cosa che si percepisce arrivando a Frascati è che i vigneti hanno caratterizzato il paesaggio e sembrano bussare alle porte della città eterna. Una visita in cantina è d’obbligo da queste parti, per godere di un percorso sensoriale attraverso la scoperta della cultura vitivinicola, esperienza unica soprattutto se si tratta di una cantina con tanto di storia da raccontare.

Cantine Conte Zandotti a Frascati riporta un percorso vitivinicolo che ebbe inizio nel 1734 grazie al Cardinale Pentini, prozio del conte Zandotti, che trasformò la riserva di caccia in azienda agricola, impiantando i vitigni più idonei a quelle terre di origine vulcanica.

Iniziò a vinificare, utilizzando come cantina per la conservazione del vino, la cisterna romana a tre navate e le grotte scavate nel tufo, sotto l’antico palazzo baronale che si erge tra le vigne.

Ancora oggi il palazzo del XV secolo si lascia ammirare in tutto il suo fascino austero e vissuto, attualmente dimora degli ultimi discendenti della famiglia Zandotti fortemente legati anch’essi alla viticoltura e alle produzioni dei vini locali di qualità.

L’azienda si estende su circa 30 ettari, qui sono allevate  le varietà autoctone che nel tempo si sono adattate profondamente a queste terre. Tra i filari si può scoprire il lavoro svolto quotidianamente per ottimizzare tutti i fattori produttivi dell’annata e trarre da ogni vendemmia il migliore risultato, la più alta espressione di questi terreni di Frascati.

Uno tra i vini di punta di Cantine Conte Zandotti è il FRASCATI CANNELLINO DOCG nasce dall’attenta selezione di uve Malvasia Puntinata del Lazio-Trebbiano Giallo-Bombino-Greco, raccolte in vendemmia tardiva.

Una  breve macerazione carbonica e pressatura soffice delle uve, precede la lenta fermentazione a temperatura controllata.

Il Frascati Cannellino Docg, vino classificato dolce per il naturale residuo zuccherino, si presenta giallo paglierino carico dai riflessi ramati, al naso arrivano profumi fruttati e floreali, di miele e canditi. La struttura è corposa, al gusto è morbido, di buona freschezza, caldo e avvolgente. Un sorso di storia e di territorio.

www.cantinecontezandotti.it

Visualizzazioni totali
43
Visualizzazioni odierne
3
Segnalami quando Angela Merolla pubblica qualcosa di nuovo!
( 4 Followers )
X

Segnalami quando Angela Merolla pubblica qualcosa di nuovo!

La tua email:
Articolo correlato:  Palcoscenico Frascati III Edizione / 3-4 novembre 2018 presso Le Mura del Valadier a Frascati

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *