Champagne, lo sai che… un tempo era dolce?

alfredopelle Cantine, Sommelier, Vino, Vitigno Lascia un commentoA-   A=   A+

Esiste una nefasta abitudine: quello di servire, con il dolce un vino secco spumante, champagne compreso. Poco alla volta sta divenendo sempre maggiore la conoscenza del fatto che, con un dolce, ci vuole sempre un vino dolce, ma ancora questa brutta abitudine resta in molte famiglie italiane. Questo errore ha, tuttavia, una radice storia. Lo champagne nacque come vino...

Continua

Beverei prima il velen…

alfredopelle Caffè Lascia un commentoA-   A=   A+

Beverei prima il velen che un bicchier ne fosse pieno dell’amaro e rio caffè. Così scriveva il Redi, nella prima metà del ‘600 riferendosi alla bevanda più conosciuta al mondo! Voce sola, questa, anche nel suo tempo, cosi che Modugno, qualche secolo dopo canta “Ah, che bbono ‘o cafè, solo a Napule ‘o sanno fa” (cosa questa che non è del tutto vera) ed altri...

Continua

L’orologio biologico segna l’ora della primavera

alfredopelle Benessere, Erbe aromatiche, Ricette, Territorio Lascia un commentoA-   A=   A+

E' noto come, in ciascuno di noi, esista un personalissimo “orologio biologico” che gli fa richiesta, in particolari condizioni, di prodotti da mangiare. Ne nasce un bisogno, un desiderio, una voglia di ritornare a sapori conosciuti e a piatti “cardine” del proprio desiderio, secondo una ciclicità che è rispettosa del calendario! Così si va alla ricerca, non...

Continua

Baccalà e stoccafisso

alfredopelle Ittica, Mare, Pesce Lascia un commentoA-   A=   A+

Fu Martin Lutero, nel 1517, che, senza volerlo, spinse in Italia il consumo di questo “pesce bastone”, vanto della gastronomia vicentina. Il suo contrasto al potere papale, pubblicato su un foglio affisso sul portale di Wittemberg (le famose “95 tesi”) portò, come reazione nella Chiesa, anche il mangiar di magro come “viatico per l’anima” e così ci si...

Continua

Acciughe – Una leggenda

alfredopelle Ittica, Mare, Pesce 2 CommentiA-   A=   A+

C'erano una volta, nel cielo, delle piccole stelle lucenti che si chiamavano Engrauline. Erano bellissime ma piccolissime e si lamentarono di non essere visibili di giorno. In una notte di luna piena videro il mare risplendente per la luce della luna e se ne lamentarono grandemente: “Nessuno vede i nostri riflessi palpitare vivi sulla acqua del mare, illuminata com’è...

Continua

Tradizione in cucina: che fornelli usare?

alfredopelle Ricette, Tradizioni Lascia un commentoA-   A=   A+

Si sta assistendo, da qualche tempo, ad un ritorno alla tradizione nelle cucine, quasi allontanandosi dal modo attuale di preparare i piatti, fatto di nuove tecniche, di nuovi prodotti, di addensanti da “chimici” del fornello, da accostamenti o materie da “piccolo chimico” che una certa ristorazione utilizza come fosse un merito. Addensanti come il nirvana...

Continua

Gusto: un senso minore

alfredopelle Antipasti, Contorni, Primi piatti, Secondi piatti Lascia un commentoA-   A=   A+

Se pensiamo che l’essere umano e’ l’unico che cuoce il cibo ed in grado di concepirlo, di gustarlo e di raccontarne le sensazioni, di creare dei confronti, dei ricordi, delle esperienze, se pensiamo a tutto questo potremmo dire: “Gusto ergo sum”. Ed il gusto si è trasformato, nel corso dei secoli, in un’avventura intellettuale, sia pure nella quotidianità...

Continua

Che bel quadro: lo mangerei!

alfredopelle Feste, Locali, Ricette, Tradizioni Lascia un commentoA-   A=   A+

Che vi sia una specie di contaminazione fra arte e cucina è cosa nota, così com’è noto che vi sia un rapporto ben preciso fra l’uomo ed il cibo. Questo rapporto si fonda su basi sociali profondamente connesse alle condizioni ambientali, di vita, di abitudini, di stili della società ed è in perenne evoluzione. Insomma si può vedere, attraverso l’opera d’arte, la...

Continua

Tirame sù, tiramisù e compagnia…..

alfredopelle Dessert, Dolci, Ricette, Tradizioni Lascia un commentoA-   A=   A+

Quante cose cambiano con il tempo! Perfino i nomi dei piatti risentono dei lustri, decenni, secoli e si perdono così le tracce della storia, quella vera. Un grande gastronomo veneto, Beppo Maffioli, quando si parlava di cucina, di tradizioni che potevano aver parvenza, solo parvenza, di veridicità diceva in modo autoritario: ”Documenti!”. Intendeva che o si era...

Continua