BAGOLARO

Il Bagolaro

Salvatore M. Ruggiero Antichi Sapori, Boschi, Frutta Lascia un commentoA-   A=   A+

Ottobre, al mio paese, è da sempre anche il mese del bagolaro maturo. Un piccolo, trascurabile frutto tondo che, da quando nasce a quando è maturo, diventa di tutti i colori: bianco, giallo, verde, rosso, marrone, infine (quasi) nero. 50 sfumature di colori, tutti naturali e bellissimi, altro che ...di grigio! Ha poca polpa (peccato!) e un ossicino al centro, ma è...

Continua

l’Autunno

Salvatore M. Ruggiero Boschi, Territorio, Vino Lascia un commentoA-   A=   A+

  L'autunno al mio paese ....è la stagione dei ciclamini, quei fiori viola, piccoli, trascurabili, quasi invisibili ...ai più, che crescono ai bordi delle strade di campagna. Sopravvivono poco, hanno una vita breve, muoiono subito, di freddo, mangiati dal ghiaccio che li cristallizza e li spezza. Ma, fin quando sono in vita, emanano un profumo inebriante, che se la...

Continua
COPERTINA POSILLIPO

La signora Liliana

Salvatore M. Ruggiero Viaggi Lascia un commentoA-   A=   A+

All’inizio la signora Liliana appare formale, preferisce essere professionale e distaccata. Non sembra una persona disposta a dare agli ospiti della sua clinica un’eccessiva confidenza. Del resto noi nemmeno la pretendiamo. Siamo due perfetti sconosciuti e, se tutto andrà come deve andare, nel pomeriggio saremo già lontani da Posillipo, con pochi interessi a tornarci. In...

Continua
COPERTINA VALDICOMINO

Due tragiche e sanguinarie storie di Briganti dalla Val di Comino (FR)

Salvatore M. Ruggiero Storia Lascia un commentoA-   A=   A+

Villa Latina, in provincia di Frosinone, fino a un paio di secoli fa, si chiamava Agnone. Il suo territorio montano e inospitale ospitava il brigante Fortunato Gargano e la sua banda, che da lì compiva scorrerie su tutto il territorio dell‟Alta Terra di Lavoro. Egli fece rare apparizioni pure sul territorio di Coreno “ma senza lasciare nella storia una sua particolare...

Continua
DEA MARICA

Storia della Dea Marìca e del culto delle acque.

Salvatore M. Ruggiero Musei, Storia, Territorio, Viaggi Lascia un commentoA-   A=   A+

Dalle testimonianze archeologiche finora accertate sappiamo che il culto della dea (o ninfa) Marìca non ha strettamente a che fare col territorio di cui ci stiamo occupando, cioè con la Valle dell’Ausente. Essendo la divinità italica particolarmente legata al corso del fiume Liri e adorata fino alla Foce del Garigliano, dove si trovano i resti di un antico tempio a lei...

Continua
CAILLEBOTTE

Amo guardare la gente che passa per strada.

Salvatore M. Ruggiero Libri Lascia un commentoA-   A=   A+

Amo molto guardare la gente che passa per strada. Mi piace osservare, senza essere visto, quello che fa, come cammina, come gesticola. Mi piace immaginare come la gente vive, dove vive, la casa che abita, l’auto che guida. Mi piace immaginarne il titolo di studio, il lavoro che fa, la cultura che ha, e la mentalità che la opprime. La personalità e il temperamento. I...

Continua
BERGMAN A FARO 1

Ingmar Bergman, Gesù Cristo e la Passione.

Salvatore M. Ruggiero Viaggi Lascia un commentoA-   A=   A+

 Ingmar Bergman era talmente incuriosito e appassionato dalla figura di Gesù Cristo che aveva da tempo deciso di girare un film su di lui a Faro, la sua isola, ma era rammaricato dal fatto che diverse circostanze glielo avevano sempre impedito e racconta il suo disappunto nella sua autobiografia. La buona occasione, ad ogni modo, sembrava, finalmente, essersi...

Continua
PANNI APPESI

Quando i paesi erano una grande famiglia.

Salvatore M. Ruggiero Tradizioni Lascia un commentoA-   A=   A+

Purtroppo, per una serie di ragioni che è troppo lungo spiegare, la vita di paese logora i suoi abitanti. il logorio si potrebbe evitare; ci sarebbero delle terapie ma presuppongono l'esistenza di una serie di caratteristiche personali e sociali che ormai sono merce rara. Tra tutte almeno due condizioni sono necessarie: la Mutualità e il senso di Cooperazione. Quando i...

Continua
067

I paesi senza colonna sonora

Salvatore M. Ruggiero Territorio, Tradizioni Lascia un commentoA-   A=   A+

Per tutti noi l'infanzia è un mondo perduto di ricordi, luci, profumi e rumori. Negli anni '60 i nostri genitori erano preoccupati se non avevano i soldi e non potevano comprarci i libri (per la scuola o anche solo da leggere), la carne (la fettina si mangiava solo la domenica), un paio di scarpe o i sandali blu con gli ...occhi (per andare a una gita scolastica), non...

Continua
BALLE A PALIANO

Elogio della vita contadina

Salvatore M. Ruggiero Agricoltura, Territorio Lascia un commentoA-   A=   A+

IL CONTADINO AVANZA SULLA ZOLLA. (Breve poema paesologico)   Il contadino avanza sulla zolla/ testando tra le dita l’argilla frolla/ sapiente, ha coltivato le sue magioni/ tenendo sempre d’occhio le stagioni/ per questo sui declivi/ ha interrato mille ulivi. Accorre il pastore/ al belato di dolore della pecora/ spiccio come fosse un...

Continua
ROCKFELLER CENTER

La Vera Storia dell’Albero di Natale del Rockfeller Center a New York.

Salvatore M. Ruggiero Tradizioni Lascia un commentoA-   A=   A+

Cesidio Perruzza, italiano, immigrato, se ne sta in piedi in un cantiere edile, una specie di cratere spalancato sotto il cielo dicembrino di New York. È la Vigilia di Natale del 1931 e, in un anno così, sono in pochi a festeggiare. Siamo ancora in piena Grande Crisi del 1929. Ma Cesidio Perruzza e i suoi 75 compagni, una cinquantina di operai, sono andati a Midtown...

Continua

La tradizione dell’albero

Salvatore M. Ruggiero Tradizioni Lascia un commentoA-   A=   A+

In prossimità del Natale, metto qui un brano del mio libro STORIE DAL PAESE DEI CICLAMINI. Ogni anno, i primi di Dicembre, mio padre prendeva me e mia sorella Anna e ci portava in montagna, un pomeriggio di un giorno feriale, subito dopo pranzo. Facevamo una lunga passeggiata nei boschi, in salita, alla ricerca di un bel ginepro da usare come albero di Natale....

Continua
COPERTINA CRONACHE

Pasquale C., Cherubino Coreno, la gazza e il parmigiano.

Salvatore M. Ruggiero Boschi, Territorio Lascia un commentoA-   A=   A+

Pasquale C, impiegato postale sulla settantina ormai in pensione, non si era mai sposato, viveva da solo nella vecchia casa di famiglia agliu Ceoso; la casa in cui aveva abitato fin da piccolo con la madre, il padre e l'unica sorella, prima che quella si sposasse; la casa nella quale (si vantava e lo fa ancora) era nato il suo predecessore più illustre, tale Cherubino...

Continua
COPERTINA STORIE CICLAMINI

Il pane fatto in casa col lievito madre.

Salvatore M. Ruggiero Pane, Territorio, Tradizioni Lascia un commentoA-   A=   A+

Ziannella è una vecchia zia di mia madre. Era la moglie di Zì Ntogniu Biagiotti, meglio conosciuto in paese come gliù ferraru (il fabbro), il fratello di nonno Gaspare, il padre di mia madre. E' vedova, da un paio di decenni, ma è rimasta una donna piena di dinamismo. Ha quasi novant'anni e, da sola, senza nessun aiuto, fa ancora il pane in casa, nel forno a legna che...

Continua

Le more di gelso/La pera vergnina

Salvatore M. Ruggiero Frutta, Territorio Lascia un commentoA-   A=   A+

La poesia “paesologica” è una forma di attenzione letteraria che cerca di mettere, e di tenere, insieme poesia, ecologia, natura e impegno civile per i nostri paesi. Ne propongo due brevi esempi ai lettori dell'Invitato Speciale. Che ringrazio pure per il gentile invito a collaborare e per la gentilissima ospitalità che concede (immeritatamente) ai miei lavori.  ...

Continua